Home » Uncategorized » Assessore Firinu, le scrivo

Assessore Firinu, le scrivo

Sono perfettamente d’accordo. Spero che sia chiaro che tagliare fuori i sardo parlanti del sud è come la discriminazione verso le donne, gente di colore, gente diversamente abile, gente che pratica un altra religione e omosessuali. Mi auguro che si capisca che si tratta di discriminazione linguistica. Questa è la verità, chi dice altro, non è all’altezza della situazione.

Bolognesu: in sardu

4248

Cara Assessore,

a lei è toccato il compito non facile di gestire la politica linguistica della RAS.

Fin qui in Olanda mi sono arrivate le voci del fatto che lei trova questo compito difficile e questo le fa onore, perché è la verità.

Ammettendolo, lei dimostra la sua serietà.

La questione linguistica della Sardegna è un nodo ingarbugliato per chiunque e non esistono soluzioni pronte, e meno che mai miracolose, che possano risolverlo.

Uno dei problemi più difficili, ma anche uno dei problemi cruciali, che lei dovrà affrontare sarà quello dello standard della lingua sarda.

Dalla risoluzione di questo problema dipende anche, tra l’altro, la possibilità di introdurre il sardo nella scuola, visto che non è pensabile di poter insegnare il sardo, se prima non si stabilisce in che modo vada scritto.

Allora, visto che la RAS, 8 anni fa, si è dotata di un codice linguistico proprio sperimentale (LSC)…

View original post 515 altre parole

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...